Vigile del fuoco morto di Covid

Vigile del fuoco morto di Covid. Il ricordo dei colleghi per Giuseppe Coco

Vigile del fuoco morto di Covid. Il ricordo dei colleghi per Giuseppe Coco.

Carmelo Barbagallo, Usb vigili del fuoco, dichiara:

«Un anno fa, ci lasciava Giuseppe Coco, Csq dei vigili del fuoco nonché uno dei migliori istruttori aeroportuali del territorio nazionale.

Durante l’ascesa della pandemia nel territorio nazionale, Giuseppe si trovava a Roma, proprio per esercitare il suo ruolo, quello di istruttore aeroportuale.

In quel periodo, all’interno delle scuole centrali antincendi, cominciarono infatti a scoppiare i primi casi di Covid-19. Anche Giuseppe ha contrattato il virus proprio lì. Era il mese di febbraio. Da lì è iniziato un lungo calvario. I suoi polmoni erano devastati.

Il 9 Aprile 2020 è morto.

(Oltre a Vigile del fuoco morto di Covid. Il ricordo dei colleghi per Giuseppe Coco, leggi anche le altre news di SOLIDARITY).

A Giuseppe è stata riconosciuta la causa di servizio. Ma ancora non è stato inserito nelle vittime del dovere.

Ai familiari invece, ancora oggi, va riconosciuto il minimo sindacale. Così come agli altri colleghi morti per Covid-19.

Sono veramente tanti: fino a ieri si è spento un altro collega a Matera. Il mese scorso, un altro decesso a Palermo.

A loro va il nostro pensiero. Nell’auspicio che, il nuovo contratto di lavoro, che si discuterà in questi mesi, preveda finalmente una parte normativa sul riconoscimento delle malattie professionali e previdenza. I vigili del fuoco, meritano, tutele e rispetto!».

Seguici anche su Facebook.

Agosto - Settembre 2022