CRONACA

News-Cronaca.

La seconda parte della sezione news di LaEsseNews è, appunto dedicata, a News-Cronaca.

Ovvero, il duro lavoro che quotidianamente svolgono tutte le Forze dell’Ordine. Che, anticipatamente, ringraziamo, per la sicurezza che forniscono a noi cittadini.

E quindi, si tratta degli arresti e delle denuncie. E ancora, della dura lotta alla mafia, che, nonostante siano passati i caldi anni ’80/ ’90, persiste ancora, purtroppo, sotto altre forme.

La lotta al crimine in generale. Dai piccoli ladruncoli alle gradi operazioni.

Per questo non smetteremo mai di ringraziare il corpo di Polizia. E ancora, l’Arma dei Carabinieri. Senza dimenticare i militari dell’Esercito Italiano. Inoltre, la Guardia di Finanza. O ancora, i Vigili del Fuoco. E anche la Polizia Municipale. Infine, naturalmente, Avvocati, Giudici e tutti coloro che lavorano per i Ministeri della Difesa e della Giustizia.

Grazie e buon lavoro.

Senegalese minaccia con coltello proprietario di un bar al centro di Catania

Senegalese minaccia con coltello proprietario di un bar al centro di Catania

Senegalese minaccia con coltello proprietario di un bar al centro di Catania.

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile del Comando Provinciale hanno infatti arrestato nella flagranza un 42enne di origini senegalesi. In quanto ritenuto appunto responsabile di tentata estorsione aggravata.

(Oltre a Senegalese minaccia con coltello proprietario di un bar al centro di Catania, leggi anche le altre news di CRONACA).

L’uomo, giunto a bordo di un ciclomotore nei pressi di un bar di via Garibaldi, ha dunque preso di mira il titolare dell’esercizio pubblico. Un 60enne di Catania. Non curandosi assolutamente della presenza di diversi clienti seduti ai tavolini del bar, ha quindi estratto dalla tasca un coltello. Ed ha così iniziato a brandirlo all’indirizzo del poveretto proferendo frasi dal tono perentorio:

«Io ti scanno, mi devi dare i soldi, mi devo comprare il crack. Mettiti in ginocchio e chiedimi perdono, mi devi dare 500 euro. Non hai nessun filmato, non puoi fare niente contro di me».

Minacce che hanno così costretto il titolare a rifugiarsi all’interno del locale. Chiudendo la porta d’ingresso a chiave.

La provvidenziale richiesta d’aiuto pervenuta al 112 NUE, ha consentito l’intervento sul posto dell’equipaggio di una gazzella del radiomobile. Che, appena giunto sul posto, è riuscito a bloccare e disarmare l’estortore.

Acquisite le diverse testimonianze, rese sia dalla vittima che dai numerosi avventori del locale, tutte comunque convergenti sulle evidenti responsabilità del 42enne, i carabinieri, di concerto con il magistrato di turno della locale Procura della Repubblica, hanno quindi proceduto al suo arresto.

L’arrestato si trova adesso presso il carcere di Catania Piazza Lanza.

Seguici anche su Facebook.