Sequestrati cellulari e pc all’aeroporto di Catania

Sequestrati cellulari e pc all’aeroporto di Catania. 30mila euro il valore

Sequestrati cellulari e pc all’aeroporto di Catania. 30mila euro il valore.

La Guardia di Finanza di Catania, nell’ambito dei servizi di vigilanza sulle attività transfrontaliere eseguiti in collaborazione con il personale della Sezione Operativa Territoriale dell’Agenzia Dogane e Monopoli di Catania, all’interno dell’aerostazione di Catania ha infatti sottoposto a sequestro: numerosi smartphone, notebook e tablet. Per valore complessivo di circa 30.000 euro. Trasportati da un cittadino senegalese residente a Catania.

In particolare, i militari della Compagnia di Catania-Fontanarossa, con sede all’interno dell’Aeroporto internazionale “Vincenzo Bellini” di Catania, notavano nei pressi della sala partenze un viaggiatore che portava appunto a seguito 2 bagagli a mano e 1 borsone da stiva. Il soggetto, alla vista dei Finanzieri preposti alla vigilanza delle merci e dei passeggeri, palesava un evidente stato di nervosismo. Tale da indurre infatti i militari ad intraprendere una puntuale attività di controllo nei suoi confronti.

(Oltre a Sequestrati cellulari e pc all’aeroporto di Catania. 30mila euro il valore, leggi anche le altre news di CRONACA).

L’ispezione dei bagagli permetteva alle Fiamme Gialle di rinvenire 60 smartphone, alcuni dei quali di ultimissima generazione, 3 personal computer e 2 tablet. Per i quali il cittadino senegalese non è stato in grado di fornire alcuna documentazione atta a legittimarne il possesso.

La merce è stata quindi sottoposta a sequestro e messa a disposizione della locale Autorità Giudiziaria. Mentre il trasgressore, un cittadino dell’Africa occidentale con specifici precedenti penali a suo carico, che viaggiava con un passaporto senegalese, è stato denunciato a piede libero per il reato di ricettazione.

Seguici anche su Facebook.

Agosto - Settembre 2022