Estorsione da membro di “cosa nostra”: locale catanese nel mirino

Estorsione da esponente di “cosa nostra”: locale catanese nel mirino

Estorsione da esponente di “cosa nostra”: locale catanese nel mirino.

I carabinieri di Riposto hanno infatti arrestato un 34enne del posto. Gravemente indiziato appunto di estorsione aggravata dal metodo mafioso.

(Oltre a Estorsione da esponente di “cosa nostra”: locale catanese nel mirino, leggi anche le altre news di CRONACA).

L’uomo apparterrebbe alla famiglia di “cosa nostra” catanese Santapaola-Ercolano.

I fatti hanno avuto inizio nell’estate dello scorso anno. A soli 10 giorni dall’inaugurazione di un bar-ristorante nel centro della cittadina jonica da parte della vittima. Un mascalese 32enne.

L’arrestato avrebbe quantificato in 250 euro mensili il “contributo” da parte dell’esercente.

La vittima per “quieto vivere” sarebbe sottostata a cessioni di merce in favore del 34enne.

Nonché ad alcuni banchetti nel proprio locale per festeggiamenti in favore dell’estorsore.

I filmati di videosorveglianza, le intercettazioni, le dichiarazioni della vittima hanno così permesso ai carabinieri di arrestare l’estortore. Che si trova ora al carcere Bicocca.

VIDEO

Seguici anche su Facebook e Instagram.

Agosto - Settembre 2022