Cunnuti e sbirri

Cunnuti e sbirri: ragazzino offende polizia municipale su Tik Tok

Cunnuti e sbirri: ragazzino offende polizia municipale su Tik Tok.

Un utente del social network Tik Tok, di 19 anni, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per i reati di oltraggio a pubblico ufficiale e diffamazione.

Il ragazzino è infatti colpevole di avere pubblicato un video offensivo per l’onore e il decoro degli agenti operanti, appellandoli appunto come “cunnuti e sbirri”. 

La ripresa riguardava l’attività di una pattuglia della Polizia Locale durante lo svolgimento di un servizio di controllo stradale di uno scooterista senza casco in Piazza Risorgimento.

Nella didascalia del video erano anche riportate scritte molto esplicite: “#assemblamento #bastardi Hanno rovinato un ragazzo che lavorava e gli hanno fatto un verbale di 6000 euro #rompicoglioni”.

(Leggi anche le altre news di CRONACA).

La Sezione di Polizia Giudiziaria della Polizia Locale, al comando di Stefano Sorbino ha eseguito quindi un’attività investigativa. Attraverso la quale, è riuscita ad identificare l’autore dei reati contestati. Nonostante avesse usato un nome diverso.

La municipale ha dunque rintracciato il 19enne presso il domicilio di un parente. Malgrado avesse una residenza anagrafica fittizia.

Tra le violazioni penali attribuite, anche la diffamazione attraverso l’utilizzo di un social network.

Per questo verrà richiesto il sequestro dell’account del giovane. Con oscuramento per il pericolo di reiterazione o aggravamento delle conseguenze del reato.

Seguici anche su Facebook.

Agosto - Settembre 2022