Condannati per mafia, intascavano indebitamente il reddito di cittadinanza

Condannati per mafia, intascavano indebitamente il reddito di cittadinanza

Condannati per mafia, intascavano indebitamente il reddito di cittadinanza.

La guardia di finanza di Catania ha infatti segnalato alla Procura 32 indebiti percettori del reddito di cittadinanza. Per un danno alle casse dello Stato di oltre 398 mila euro.

(Leggi anche le altre news di CRONACA).

Infatti, le indagini hanno permesso di accertare che:

  • 2 soggetti non avevano i requisiti per ottenere il beneficio in quanto condannati in via definitiva per il reato di associazione mafiosa ex art.416 bis c.p.;
  • 10 soggetti hanno inoltre omesso di comunicare di avere nel proprio nucleo dei familiari condannati in via definitiva per reati ai sensi dell’art. 416 bis c.p.;
  • 3 soggetti non avevano i requisiti per ottenere il beneficio in quanto sottoposti a misura cautelare personale;
  • 17 soggetti hanno omesso infine di comunicare di avere nel proprio nucleo dei familiari sottoposti a misura cautelare personale.

(Immagine di repertorio).

Seguici anche su Facebook e Instagram.

Agosto - Settembre 2022