Colpo grosso della polizia ad Acireale: arrestati 18 soggetti per mafia

Colpo grosso della polizia ad Acireale: arrestati 18 soggetti per mafia

Colpo grosso della polizia ad Acireale: arrestati 18 soggetti per mafia.

La squadra mobile di Catania e la polizia di Acireale hanno infatti arrestato 18 soggetti. Indagati, a diverso titolo, dei reati di associazione mafiosa, estorsione, traffico di sostanze stupefacenti. E ancora, usura e violazione della normativa sul controllo delle armi.

(Leggi anche le altre news di CRONACA).

Fatti accertati in Acireale e Aci Catena dal gennaio 2019 al 30 novembre 2021.

L’indagine è durata oltre un anno.

I soggetti sono sospettati di far parte della famiglia mafiosa di cosa nostra Santapaola-Ercolano. Suddivisa in due articolazioni: Aci Catena e Acireale.

Antonino Patanè, operante in Aci Catena, è gravemente indiziato di essere il reggente dell’intera frangia malavitosa. Mentre Rosario Panebianco è gravemente indiziato di essere il responsabile di Acireale.

Nello specifico, Patanè, appena scarcerato, ha assunto la direzione del sodalizio. Riorganizzandone la struttura e riattivando diverse estorsioni ai danni di imprenditori del territorio.

Altri esponenti storici, espiata a loro volta la condanna per associazione mafiosa, si affiancavano successivamente lui. Ad Aci Catena, Alfio Brancato. E ad Acireale Carmelo Messina, Salvatore Indelicato e Rosario Panebianco.

Accertate così estorsioni, spaccio di sostanze stupefacenti e usura.

Le indagini, inoltre, hanno consentito di giungere al sequestro di un’attività di autonoleggio. Utilizzata dal gruppo come base logistica per le riunioni associative.

Di fondamentale importanza anche le dichiarazioni di alcuni collaboratori di giustizia.

Odissea il nome dell’operazione.

Seguici anche su Facebook e Instagram.

Agosto - Settembre 2022