Alessandro Mineo morto in viale Mario Rapisardi. Il dolore della fidanzata

Alessandro Mineo morto in viale Mario Rapisardi. Il dolore della fidanzata

Alessandro Mineo morto in viale Mario Rapisardi. Il dolore della fidanzata.

Centinaia di condivisioni, centinaia di commenti. Dolore. Troppo dolore. Giorgia, una semplice ragazza di Catania ha condiviso una foto e un post che sta facendo il giro dei social e dei giornali.

Sì perché Giorgia è una ragazza alla quale in pochi istanti è cambiata la vita.

Giorgia è la fidanzata di Alessandro Mineo. Il giovane ragazzo morto pochi giorni fa in un incidente stradale avvenuto nel centrale viale Mario Rapisardi.

Incidente mortale viale Mario Rapisardi: condizioni dei 3 feriti

Ecco le parole della fidanzata di Alessandro Mineo:

«La nostra felicità in questa vita è stata intensa ma troppo breve. Ti scrivo da un letto di ospedale fisicamente immobile e mentalmente distrutta. Non riesco ancora a crederci che mi hai lasciata sola. Non doveva andare così! Stavamo solo tornando a casa come ogni sera e quei maledetti improvvisamente ci sono venuti addosso.

Ho chiesto a tutti quale sia stato il nostro errore: essere al posto sbagliato nel momento sbagliato. Sei stato il mio scudo, il tuo corpo ha salvato il mio. Fino alla fine mi hai protetta da ogni male e dal giorno che ti ho conosciuto sei stato il mio angelo, adesso lo sarai un po’ di più.

Mi hai fatto vivere un anno di amore folle, alimentato dai nostri tanti progetti. Tu riempivi le mie intere giornate. Quanta felicità mi procuravano le tue attenzioni e il tuo amore incondizionato che mi collocava al primo posto nella tua vita.

Mamma tua piano piano ci aiutava a comprare tutto per quella che un giorno sarebbe stata casa nostra. Vivevamo l’uno per l’altra, due corpi distinti con le anime incrociate che percorrevano quel filo rosso che non ci avrebbe separati.

(Leggi anche gli altri EDITORIALI).

Sei stato prezioso, indispensabile, l’unico che mi ha compresa e accompagnata in questo viaggio che chiamano vita. Non ho mai provato amore più vero del nostro e per questo ti porterò per sempre dentro me. Tu stammi vicino perché tutto questo dolore che mi lacera il cuore non lo riesco ad affrontare.

Sei un bellissimo angelo, biondo e dagli occhi azzurri… quanto vorrei che tutto ciò sia solo un grande incubo. Ogni volta che chiudo gli occhi prego Dio, con tutta la forza che mi rimane, affinché mi possa risvegliare accanto a te, ma invano.

A causa delle mie condizioni non potrò vederti per l’ultima volta e non potrò salutarti al funerale, ma credimi, amore mio, anche se non fisicamente, il mio cuore sarà lì e avrai quello che ti meriti.

Sei stato fonte di forte orgoglio per me, hai iniziato da un piccolo bar che non contava niente e ti sei migliorato in così poco tempo: da Prestipino al Caffé Epoca e da lì poi finalmente Ernesto. Era arrivata finalmente la nostra stabilità economica e mentale, il nostro futuro iniziava a prendere forma.

Mi dicevi sempre che il prossimo passo sarebbe stato consolidare la nostra unione dando vita ad “un piccolo noi” ma il nostro destino è stato scritto diversamente. Sono sprofondata nello sconforto, hai lasciato questa vita senza donare un’altra vita che ti somigliasse e mi potesse dare una piccola possibilità di andare avanti.

La tua assenza ha spezzato la mia vita senza preavviso. Dal più profondo del mio cuore ti cerco per chiederti di darmi la forza per reagire e capire la mia missione in questo mondo senza te.

Ti prometto che ogni mio giorno ti apparterrà e che quando negli occhi di tua madre vedrò te, l’abbraccerò più forte ancora per sentirti vicino a me. Avrò io cura della tua famiglia, come fosse la mia.

Ti amo Angelo mio Alessandro Mineo».

Seguici anche su Facebook e Instagram.

Agosto - Settembre 2022